SEI IN > VIVERE LUCCA > CRONACA
articolo

Viareggio: buco da 2 milioni per la struttura sanitaria fallita, tre indagati per bancarotta fraudolenta

1' di lettura
12

I finanzieri del Comando Provinciale di Lucca hanno svolto indagini nei confronti di tre amministratori di una struttura sanitaria privata operante nel settore della fornitura di prestazioni ambulatoriali nel territorio viareggino, portata al fallimento con un buco di oltre 2 milioni di euro. Le indagini hanno permesso di smascherare il ruolo di amministratori occulti da parte di un cardiologo e di un commercialista di Viareggio che, utilizzando una società riconducibile all’amministratrice legale della fallita, hanno distratto nei pochi anni di vita di attività circa 350.000 euro ricorrendo a fatturazioni di “comodo”.

Ciò ha determinato l’immediato dissesto della società, occultato con la falsificazione dei bilanci e delle scritture contabili. Inoltre, dall’esame dei dati bancari, i finanzieri hanno appurato che gli indagati avevano dilapidato, per finalità extra aziendali, circa un milione di euro provenienti dai finanziamenti dei soci fondatori. Tali condotte e i debiti contratti a vario titolo dal primo anno di vita dell’azienda e mai pagati dai tre amministratori, quantificati in circa 2,3 milioni di euro, hanno prodotto il fallimento della società. I tre indagati sono accusati di bancarotta fraudolenta e falso in bilancio.



Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2024 alle 17:51 sul giornale del 16 marzo 2024 - 12 letture






qrcode